Vai ai contenuti | Vai al campo di ricerca | Vai al menù principale

Home Appennino e Verde Parchi naturali Parco Regionale del Corno alle Scale

Parco Regionale del Corno alle Scale

Situato a un'ora di distanza da Bologna e da Firenze, il Corno alle Scale permette di entrare a diretto contatto con la natura e i suoi elementi in ogni stagione dell’anno, regalando momenti indimenticabili, fatti di benessere, relax, divertimento e folklore.

 

Corno alle Scale 14 JPG

 

Si tratta di un parco di crinale di 5.000 ettari con l'imponente dorsale del Corno alle Scale (1944 m), la cima più alta del Parco e di tutto l'Appennino Bolognese, segnato fino alla vetta dagli strati di arenaria (da cui il nome le "Scale", appunto) ben evidenti come il profilo di un libro poggiato sopra la faggeta. Asse centrale dell'Area protetta prosegue a Nord col Monte La Nuda (1828 m), mentre verso Est con Monte Gennaio (1812 m), che domina la Valle del Silla. A ridosso dei due principali centri abitati, Lizzano in Belvedere e Vidiciatico, troviamo rispettivamente la boscosa propaggine del Monte Pizzo (1194 m) e il Monte Grande (1531 m).

 

Flora

Una piccola oasi montana, che ha saputo coniugare in maniera perfetta ambiente e tradizioni, con le esigenze del turismo moderno, offrendo mille occasioni tutte da scoprire e da vivere.
Il parco tutela un prezioso territorio montano, nel quale si ergono alti e maestosi i rilievi da cui originano le suggestive valli dei torrenti Dardagna e Silla (imperdibili le Cascate del Dardagna o quelle del selvaggio Orrido di Tanamalia).

 

Le foreste di latifoglie, soprattutto faggio, interessano buona parte della superficie e avvolgono il corso solitario di torrenti cristallini, mentre alle quote più alte lasciano il posto al mirtillo ed alle praterie sommitali. Ed è questo l'aspetto più interessante: se da un lato le caratteristiche geografiche hanno permesso un pieno sviluppo di ambienti appenninici (con il loro corredo floristico e faunistico), dall'altro le quote elevate raggiunte dal Corno alle Scale e dalle altre cime vicine presentano un habitat di carattere alpino.

 

Ne deriva una complessa varietà di ambienti, dove si alternano praterie d'alta quota, boschi, zone coltivate, impluvi e spartiacque, con numerose entità appenniniche rare dalle magnifiche fioriture, di cui alcune caratteristiche dei rilievi alpini. Ne sono un esempio la genziana purpurea e la splendida aquilegia alpina, dai grandi fiori azzurri. I boschi naturali, i castagneti da frutto, le faggete e i rimboschimenti di abeti e pini regalano in ogni stagione uno spettacolare scenario multicolore.

 

Fauna

Grazie al contenuto impatto dell'uomo, la fauna presente costituisce una tra le più interessanti d'Italia. Difatti nel Parco è possibile l'incontro con timidi caprioli, daini, mufloni nonchè la visione di numerosissime specie di uccelli, tra cui la maestosa aquila reale. Le estese superfici boscate costituiscono inoltre rifugio per uno degli animali più rari e affascinanti, da qualche anno tornato ad abitare i nostri monti: il lupo, oggi più che mai segno evidente di un ritrovato equilibrio ambientale.

 

Vallate solitarie, piccoli borghi che emergono dal bosco, adagiati lungo le pendenze meno aspre dei versanti, santuari e cascate disposti a ventaglio ai piedi della montagna ci regalano elementi tipici dell’architettura di montagna. Le numerose attività sportive da praticare, le escursioni e i piccoli borghi da visitare, le passeggiate a piedi, a cavallo o in mountain bike, i prodotti locali da gustare, fanno del comprensorio del Corno alle Scale una meta di vacanza davvero unica.

 

Ma forse, l'esperienza più bella che il Corno alle Scale sa offrire è l'incontro con la sua gente: la semplicità di un saluto per strada e lo spirito di calorosa accoglienza che si vive, regalano al turista la sensazione di entrare a far parte della comunità. Esperienze e sensazioni davvero d'altri tempi che potrete ritrovare soggiornando in uno dei 30 alberghi (quasi tutti a tre stelle), che caratterizzano il territorio o all'interno dei residence, degli agriturismi, dei bed & breakfast o nelle numerosissime abitazioni disponibili per l'affitto.

 

Parco Regionale del Corno alle Scale -
Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità - Emilia Orientale
Sede operativa del Parco
Via Roma 41
40042 Lizzano in Belvedere (BO)
Tel: +39 0534 51761 - Fax +39 0534 51763
info.parcocorno@enteparchi.bo.it

 

Centri visita

Centro Visita di Pian D'Ivo
Località Madonna dell'Acero - 40042 Lizzano in Belvedere (BO)
Tel. +39 0534 51 761
info.parcocorno@enteparchi.bo.it


Centro Visita e Museo di Poggiolforato
Località Poggiolforato - 40042 Lizzano in Belvedere
Tel. +39 0534 51761

info.parcocorno@enteparchi.bo.it

 

Centro Documentale Enzo Biagi

Loc. Pianaccio – 40042 Lizzano in Belvedere

Tel. +39 0534 51761

info.parcocorno@enteparchi.bo.it

 

Link

Parks
Comprensorio del Corno alle Scale
Ermes Ambiente

Ente Parchi

 

Come arrivare

Da Bologna: autostrada A1 in direzione Firenze, uscita Sasso Marconi, seguire la Porrettana SS.64 in direzione Porretta Terme fino a Silla, qui svoltare a destra per Lizzano in Belvedere.
Da Firenze: autostrada A11 uscita Pistoia, seguire la Porrettana SS.64 oltrepassando Porretta Terme, a Silla svoltare a sinistra per Lizzano in Belvedere.
Da Modena: autostrada A1 uscita Modena Sud, seguire per Vignola e Fanano, qui svoltare per Lizzano in Belvedere.

Ultimo aggiornamento 29/06/2017

Azioni sul documento

Visualizza la mappa di Google dell'Appennino

Temi di interesse

Suggerimenti, proposte e attività
tra fiere, arte, sapori e divertimento.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
per tenerti aggiornato su eventi
e manifestazioni in Emilia-Romagna.





mese anno
mese anno