Vai ai contenuti | Vai al campo di ricerca | Vai al menù principale

Home Appennino e Verde Parchi naturali Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina

Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina

Il Parco si estende per 2.300 ettari nei Comuni di Guiglia, Marano sul Panaro e Zocca. Valorizza un esempio di paesaggio appenninico collinare e montano dai 174 metri s.l.m. del fondovalle Panaro agli 808 s.l.m. del monte della Riva. Le componenti principali sono le guglie arenacee dei sassi di Roccamalatina e di S.Andrea. Tutt’attorno un’ampia varietà di ambienti aggiungono valore al territorio protetto: dai castagneti degli ambiti montani agli incolti argillosi di bassa collina, dai boschi ripariali dei greti fluviali ai fenomeni di carsismo delle grotte e inghiottitoi, dai coltivi collinari ai piccoli borghi medievali.

 

Parco Sassi Roccamalatina 2 JPG

 

Flora e Fauna

Un’ampia biodiversità di habitat concentrata in poco spazio permette la presenza di specie come la mediterranea erica arborea a fianco di altre di quota come il faggio e il mirtillo. Ricca è la presenza di orchidee che assieme ad anemoni, campanellini, gigli e ciclamini colorano, nelle stagioni della fioritura, i boschi, le radure e gli ambiti rupestri. Di particolare valore sono gli habitat riconosciuti dall’Unione Europea di Interesse Comunitario quali le foreste alluvionali di ontano o le formazioni cespugliate a Festuco brometalia. Non meno importanti le specie faunistiche: dal tasso all’istrice, dalla volpe al capriolo, dal daino alla faina. Diverse quelle di Interesse Comunitario come il cervo volante, il gambero di fiume, il tritone crestato, il falco pellegrino, la tottavilla, il succiacapre, il rinolofo euriale. Sporadica, ma accertata è la presenza del lupo.

 

Storia e Cultura

Pievi e borghi medievali impreziosiscono l’area protetta. Dall’austera Pieve di Trebbio, monumento nazionale del XII° sec., ai suggestivi borghi di Montecorone, Montalbano e Castellino delle formiche. Ricca è la presenza di torri rondonare e case torri come Castellaro, Pugnano e La Grilla. Il museo del borlengo e del castagno è il viatico per le specialità culinarie tradizionali del Parco. Si possono degustare nel borgo di origine medievale di San Giacomo di Zocca.

 

Sport e tempo libero

Oltre 100 chilometri di sentieri sono fruibili dai visitatori a piedi, a cavallo o in bike. I 14 itinerari del Parco offrono un’ampia scelta: da semplici passeggiate di pochi minuti a percorsi escursionistici di alcune ore attraverso strette gole, boschi, rupi, radure, coltivi, castagneti e agglomerati rurali. Non mancano brevi vie ferrate, o sentieri consentiti solo con guida che attraversano le zone di maggior tutela. Il Parco è visitabile tutto l’anno, ma primavera e autunno sono le stagioni migliori per goderne appieno le spettacolarità.

 

Strutture ricettive e accoglienza

Il Centro Parco, sede amministrativa, è in grado di fornire tutte le informazioni per la fruizione ottimale dell’area protetta. E’ dotato di reception, mostra naturalistica, centro di educazione ambientale, area verde per pic-nic e barbecue con un piccolo orto botanico. Altra tappa d’obbligo è il Centro Visita del Borgo dei Sassi punto di partenza per l’ascensione al sasso principale (Sasso della Croce). Centro visita decentrato è il Museo del Castagno e del Borlengo in prossimità della frazione Lame di Zocca. A fianco del Museo si trova l’Antico Ospitale San Giacomo, stabile ristrutturato del XII° sec. adibito a ostello con ricettività di 25 posti letto e gestito dal Parco. Altra ricettività è usufruibile presso gli agriturismi e i bed & breakfast del Parco.

 

 

Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina

Sede del Parco
Via Pieve di Trebbio, 1287
Località Pieve di Trebbio 41050 Roccamalatina (MO)

Tel. +39 059 795721

parcosassi@parchiemiliacentrale.it

 

Centro di Educazione alla Sostenibilità Parchi Emilia Centrale

presso il Centro Parco "Il Fontanazzo" nel Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina

via Pieve di Trebbio, 1287 - 41050 Roccamalatina (Guiglia - MO)

loc. Pieve di Trebbio Tel. 059 795721 - Fax 059 795044

parcosassi@parchiemiliacentrale.it

 

Centri visita

Il Fontanazzo

Via Pieve di Trebbio, 1287

Località Pieve di Trebbio 41050 Roccamalatina (MO)

Tel. +39 059 795721

parcosassi@parchiemiliacentrale.it

 

Borgo dei Sassi

Via Sassi 1988
Località Rocca di Sopra 41050 Roccamalatina Guiglia (MO)
Tel. +39 059 795831

parcosassi@parchiemiliacentrale.it

 

Link

Parks

ErmesAmbiente

Parchi Emilia Centrale

 

Come arrivare

Il parco, situato a pochi chilometri dall'abitato di Guiglia, si raggiunge dalla Provinciale 623 del Passo Brasa, che poi prosegue per Zocca. Un'altra possibilità é offerta dalla Provinciale Fondovalle Panaro, che per un breve tratto costituisce il limite occidentale dell'area protetta. Da Modena o Bologna, proseguire in direzione Vignola e poi prendere per Guiglia. Dopo la località Monteorsello continuare per circa 2 Km, quindi svoltare a destra per Via Pieve di Trebbio. Seguire la strada fino al Centro Parco "Il Fontanazzo".

Ultimo aggiornamento 29/06/2017

Azioni sul documento

Visualizza la mappa di Google dell'Appennino

Temi di interesse

Suggerimenti, proposte e attività
tra fiere, arte, sapori e divertimento.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
per tenerti aggiornato su eventi
e manifestazioni in Emilia-Romagna.





mese anno
mese anno