Vai ai contenuti | Vai al campo di ricerca | Vai al menù principale

Home Artigianato artistico Stampe su stoffa e ricami

Trini, merletti e tele romagnole

Nella Valle del Lamone, in particolare a Brisighella e a Fognano, nell’entroterra ravennate, l'arte del ricamo di tradizione, fiorente all'inizio del novecento fino alla seconda guerra mondiale, vive negli ultimi anni un risveglio di interesse. La sua produzione vanta creazioni di copriletto, lenzuola, asciugamani da corredo, tende, cuscini, centri, paralumi per arredamento. Si trovano perfino abiti da cerimonia, da battesimo e camicie da notte.

 

Tele stampate romagnoleDa un più antico passato giunge invece il ricamo Bizantino, un “lavoro ad ago” pervenuto fino a noi dall’Oriente, quando Ravenna era governata dagli Esarchi. Questa straordinaria arte è praticata ancor oggi a Ravenna presso il Centro Italiano Femminile, che dal mese di ottobre organizza corsi per tramandarla alle giovani generazioni. A Russi è tenuta viva da Irma Scudellari Melandri che ha voluto riportare in auge il patrimonio artistico di una scuola che ebbe alterne vicende a cavallo dei due conflitti mondiali. Numerose sono le mostre che Irma Scudellari organizza tuttora nel mondo, in Giappone, in Francia, in Germania e in diverse regioni italiane, per portare a conoscenza di un più vasto pubblico quest’arte ricercata.

 

Un settore di particolare importanza per il ricamo artistico che si rifà agli antichi stili è poi quello dell’Ars Canusina, le cui zone di produzione e vendita sono Reggio Emilia e i paesi di Casina e San Polo. All’Associazione “Reggio Ricama” va il merito di aver recuperato e divulgato l’arte tradizionale del ricamo matildico secondo le norme codificate dell’Ars Canusina.

 

Anche Rimini, Riccione, Bellaria e, nell’entroterra riminese, Montescudo e Coriano, vantano associazioni e gruppi specializzati in ricamo di vario tipo, quali il macramè, il merletto a fuselli, il chiacchierino.

 

Le tele stampate a mano di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini rappresentano invece una peculiarità della Romagna meridionale. Si tratta di tele di fibre naturali, di cotone, lino o canapa, che diventano piccoli capolavori una volta decorati con motivi tradizionali in vari colori.

Per la loro realizzazione si utilizzano ancor oggi antichi stampi in legno fatti a mano e soluzioni chimiche empiricamente perfezionate attraverso i secoli. Nelle province romagnole diversi sono i luoghi dove è possibile incontrare i protagonisti di un’arte che si è mantenuta viva fin dal suo esordio.

Ultimo aggiornamento 30/01/2015

Azioni sul documento

mappa google dell'Artigianato Artistico

Temi di interesse

Suggerimenti, proposte e attività
tra fiere, arte, sapori e divertimento.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
per tenerti aggiornato su eventi
e manifestazioni in Emilia-Romagna.