Vai ai contenuti | Vai al campo di ricerca | Vai al menù principale

Home Città d'arte Tra gli antichi borghi del piacentino

Tra gli antichi borghi del piacentino

Scoprendo Piacenza si scoprono musei, chiese, palazzi signorili ma sollevando lo sguardo il visitatore si accorgerà che anche le colline circostanti pullulano di città d’arte, castelli e borghi medievali.

Dietro la linea sinuosa del Ponte Gobbo si avvista in lontananza Bobbio, la perla della Val Trebbia. L’antico feudo monastico è un gioiello d’architettura medievale. La sua storia si identifica con quella dell’abbazia di San Colombano che tra il IX e il X sec. fu uno dei centri religiosi e culturali più importanti d’Europa.

Il complesso abbaziale comprende la chiesa di San Colombano, il chiostro con il Museo della Città, il Museo di San Colombano, piazza Santa Fara e l’ex chiesa di Santa Maria delle Grazie. Il cuore del borgo racchiude la cattedrale di Santa Maria Assunta che si affaccia su Piazza Maggiore mentre dal cortile del possente castello Malaspina si gode una stupenda vista della città e delle montagne intorno.

Immerso nella verde campagna della Val Nure, Grazzano Visconti, interamente costruito  in stile neomedievale, è una delle principali mete turistiche del territorio. Le vie del borgo animate da numerose botteghe artigianali specializzate nella lavorazione del ferro battuto, durante le rievocazioni storiche rivivono le antiche gesta quando, come in una fiaba, compaiono dame, sbandieratori e cavalieri.

Il borgo deve la sua origine a Giuseppe Visconti di Modrone che alla fine del XIX sec., intorno ad un castello trecentesco, curò la costruzione del complesso rurale secondo il gusto neogotico. Il parco del castello, in stile eclettico, accoglie elementi del giardino all'italiana, dei parchi alla francese e all'inglese, rispondendo alle esigenze di decoro allora in voga, ed ospita una grande varietà di specie botaniche.

In Val d’Arda, adagiato sulle colline plioceniche della riserva naturale del Placenziano, campeggia  il borgo medievale di Castell’Arquato. Giungendo tra viottoli e antiche case fino al centro storico, collocato sulla sommità della collina, il visitatore si troverà di fronte la piazza del Municipio sulla quale si affacciano gli edifici simbolo del potere religioso e politico: la splendida collegiata romanica di Santa Maria, le torri  della Rocca del XIV secolo e il massiccio Palazzo del Podestà, realizzato alla fine del XIII sec. e ampliato nel Quattrocento. Da non perdere, la visita al Museo Geologico che conserva i fossili trovati nella zona.

Sempre in Val d’Arda, s’incontra poi il borgo medievale di Vigoleno che domina la valle del Parco Regionale dello Stirone, chiuso in una stretta cinta di mura scandita da merli e circondato con ordinata eleganza da macchie boschive e campi coltivati a vigneti.

Chi arriva su queste colline non potrà  perdersi una passeggiata nel borgo, lasciandosi ammaliare dall’architettura romanica, dalle formelle di antichi viandanti, dalle piazzette un tempo gremite di mercanti e pellegrini, dal camminamento di ronda dal quale si ammira uno spettacolo mozzafiato.

 

Per nformazioni turistiche

http://www.provincia.pc.it/turismo/

 

 

Ultimo aggiornamento 19/10/2011

Azioni sul documento

mappa google delle Città d'Arte

Temi di interesse

Suggerimenti, proposte e attività
tra fiere, arte, sapori e divertimento.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
per tenerti aggiornato su eventi
e manifestazioni in Emilia-Romagna.