Vai ai contenuti | Vai al campo di ricerca | Vai al menù principale

Home Enogastronomia Ricette emiliano romagnole tradizionali Dolci Ricetta 312. Castagnole I - Dal Manuale Artusiano

Ricetta 312. Castagnole I - Dal Manuale Artusiano

La ricetta delle castagnole fritte, ancor oggi molto diffusa nel periodo carnevalesco, è tratta dal manuale di Pellegrino Artusi che testualmente afferma: “Questo piatto particolare alle Romagne, specialmente di carnevale, è, a dir vero, di genere non troppo fine, ma può piacere”. E in effetti piacciono molto!

Difficoltà: Media

Ingredienti: farina, due uova, una cucchiaiata di fumetto*, odore di scorza di limone e sale quanto basta.

Preparazione:
Intridete sulla spianatoia una pasta soda con farina, due uova, una cucchiaiata di fumetto, odore di scorza di limone e sale quanto basta. Lavoratela molto e con forza colle mani come fareste del pane comune, facendole a poco per volta assorbire una cucchiaiata di olio fine.
Per ultimo tiratela a bastoncini, tagliateli a pezzetti del volume di una noce e gettateli subito in padella a lento fuoco dimenandola continuamente.
Cotte che sieno le castagnole, spolverizzatele di zucchero a velo e servitele diaccie; ché sono migliori che calde. Se invece di fumetto vi servirete di cognac o di acquavite, il che sembra lo stesso, vi prevengo che non otterrete il medesimo effetto e che rigonfieranno poco.

*Il Fumetto è un liquore aromatizzato all'anice dal gusto molto secco chiamato mistrà in alcune province d'Italia.

Ricetta segnalata da: Casa Artusi

Ultimo aggiornamento 20/01/2016

Azioni sul documento

PRENOTA ONLINE

Stai entrando su VisitEmiliaRomagna.com

Previsioni Meteo

Temi di interesse

Suggerimenti, proposte e attività
tra fiere, arte, sapori e divertimento.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
per tenerti aggiornato su eventi
e manifestazioni in Emilia-Romagna.