Vai ai contenuti | Vai al campo di ricerca | Vai al menù principale

Home Eventi Provincia di Ferrara Redazione Ferrara De Chirico a Ferrara. Metafisica e avanguardie

De Chirico a Ferrara. Metafisica e avanguardie

Attenzione
Evento fuori corso

Palazzo dei Diamanti - Corso Ercole I d'Este 21

Ferrara (FE)

De Chirico è stato il geniale inventore della pittura metafisica, una delle più importanti correnti artistiche della modernità, grazie alla quale gli enigmi che percorrono l’esistenza prendono forma attraverso atmosfere sospese e pervase di inquietudine. La sua pittura ha conquistato alcuni tra i più grandi artisti surrealisti e ha esercitato uno straordinario ascendente sull’arte del Novecento.

A segnare un cambiamento radicale nell’opera di De Chirico fu l’arrivo a Ferrara nel 1915, quando, in seguito allo scoppio della prima guerra mondiale, lasciò Parigi e per tre anni e mezzo soggiornò nella città estense per prestare servizio militare. Travolto da un’ondata di emozione di fronte alla bellezza e ai miti rinascimentali della città emiliana, De Chirico dipinse un mondo irreale popolato di meraviglie: piazze fuori dal tempo immerse in tramonti fantastici o stanze segrete dalle prospettive vertiginose fanno da sfondo agli oggetti enigmatici scoperti nelle peregrinazioni tra i vicoli del ghetto, o diventano il palcoscenico su cui recitano manichini da sartoria e personaggi muti e senza volto.

Fu a Ferrara che l’artista conobbe Carlo Carrà e iniziò a chiamare la propria pittura “metafisica”, e furono proprio i quadri qui concepiti, vere e proprie icone della modernità, a esercitare una profonda influenza sia sulla coeva arte italiana, sia su movimenti internazionali come il dadaismo, il surrealismo e la Nuova Oggettività.

In occasione del centenario dell’arrivo di De Chirico nella città estense, Palazzo dei Diamanti celebra con una grande mostra questo momento vitale della storia dell’arte del XX secolo. A un importante nucleo di dipinti realizzati da De Chirico negli anni ferraresi, faranno eco le composizioni ispirate alla pittura metafisica di Carlo Carrà, Giorgio Morandi e Filippo de Pisis e alcuni dei capolavori dei più grandi artisti delle avanguardie europee, da Raoul Hausmann a George Grosz, da René Magritte a Salvador Dalí fino a Max Ernst, i quali rimasero affascinati dal suo stile unico e dalla capacità di mostrare nelle tele il mistero impenetrabile delle cose.

Periodo di svolgimento: l'evento si svolge dal 14/11/2015 al 28/02/2016

Orario: tutti i giorni 9.00 – 19.00. Aperto anche 1 novembre, 8, 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio

Ingresso: a pagamento

Tariffa intera: euro 11,00

Tariffa ridotta: euro 9,00 (dai 6 ai 18 anni, over 65, studenti universitari, categorie convenzionate) Gruppi (minimo 15 persone): euro 9,00 (1 accompagnatore gratuito ogni 20 paganti) Scuole: euro 5,00 (2 accompagnatori gratuiti per ogni classe)

Mostra a cura di Paolo Baldacci e Gerd Roos, organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalla Staatsgalerie Stuttgart in collaborazione con l'Archivio dell'Arte Metafisica di Milano/Berlino.

Punti informazioni e prenotazioni

Ufficio Informazioni e prenotazioni Mostre e Musei (Informazioni e prenotazioni)
Corso Ercole I d`Este, 21 - 44121 Ferrara - Tel: ++39 0532 244949 - Fax: ++39 0532 203064
Orario giorni feriali:

dal lunedì al giovedì 9.00 - 13.00; 14.00 - 17.00 venerdì 9.00 - 14.00.

Orario giorni festivi:

chiuso sabato e festivi

diamanti@comune.fe.it

A cura della Redazione Ferrara (05/11/2015)

Temi di interesse

Suggerimenti, proposte e attività
tra fiere, arte, sapori e divertimento.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
per tenerti aggiornato su eventi
e manifestazioni in Emilia-Romagna.

Area operatori

Informazioni per operatori turistici
normative, progetti, studi e statistiche.