Vai ai contenuti | Vai al campo di ricerca | Vai al menù principale

Home IT.A.CA' Festival del Turismo Responsabile - 9° edizione

IT.A.CA' Festival del Turismo Responsabile - 9° edizione

IT.A.CÀ Migranti e Viaggiatori, il primo e unico festival italiano del turismo responsabile, torna per il 9° anno a Bologna, e non solo, dal 19 al 28 maggio, con eventi tutti gratuiti e alla portata di tutti.

 

La tappa bolognese fa infatti da volano alle successive puntate del festival: Ferrara, Padova, Ravenna, Rimini, Trentino, Reggio Emilia, Parma, Rovigo e Monferrato. Tantissimi i temi previsti in ogni città: dalla sostenibilità del turismo alle migrazioni, dall’home-sharing all’integrazione sociale, dai diritti della cittadinanza all'eco-sostenibilità, dall’accessibilità delle infrastrutture alla mobilità, dalle offerte di turismo a km 0 alle destinazioni green italiane. Tutti argomenti che aprono un varco ad un nuovo modo di viaggiare, ad un turismo non di massa, né invasivo e distruttivo, ma rispettoso delle realtà maggiormente precarie con uno sviluppo del territorio e di chi lo abita.

 

 

Nell’Anno internazionale del Turismo Sostenibile per lo sviluppo dichiarato dall’Onu, la città felsinea, polo emblematico del panorama nazionale in materia di sviluppo turistico sostenibile e promozione della creatività e della cultura innovativa, inaugura il festival il 19 maggio alle ore 9.30 in Sala Stabat Mater - Biblioteca Archiginnasio, con il convegno internazionale sulle Strategie innovative per uno sviluppo sostenibile dei territori.La prima giornata di IT.A.CÀ continuerà fra  esposizioni, incontri e momenti musicali dislocati in giro per la città, all’interno di una mappa cittadina che comprende in totale 22 location. Di particolare rilievo sono le due mostre sul tema delle migrazioni: “(Di)Stanze” di Max Cavallari, progetto fotografico sugli italiani all’estero (ore 18.00 - Manica Lunga, Palazzo d’Accursio) e “Chi è Bologna”, sfidare il pregiudizio attraverso i volti e le voci degli ospiti dei centri di accoglienza (ore 19.00 - Urban Center Bologna, Biblioteca Salaborsa).


La voglia di conoscere e approfondire farà da padrona nel primo weekend del festival, 20 e 21 maggio, con vari appuntamenti legati alla fotografia e soprattutto all’Home sharing. A questo tema molto attuale e alle diverse declinazioni di ospitalità del turismo sostenibile, saranno dedicate due giornate alle Serre dei Giardini Margherita, cuore pulsante della manifestazione bolognese, dove il 20 maggio alle ore 10.00, il confronto si aprirà con un dibattito sul contributo dell’home sharing all’offerta turistica metropolitana, insieme a molti esponenti che operano nel campo.


Nel pomeriggio, alle ore 13.15 si procederà alla premiazione del contest “Adotta un turista” rivolto alle tre migliori proposte di ospitalità che riceveranno in premio tre soggiorni eco-friendly per due persone: tre giorni tra il cuore di Napoli e la meravigliosa Costiera Sorrentina; una fullimmersion nel mondo contadino nel Parco rurale di San Floriano in Friuli Venezia Giulia, oppure un weekend nel Villaggio Ecologico di Granara, al confine tra Emilia e Liguria, per scoprire tutto sulla sostenibilità. Alle ore 15.30, per la felicità delle famiglie, si darà il via al primo laboratorio didattico per bambini “Suonando la terra dei Canguri”, alla scoperta di segreti, miti, leggende dell’Australia e della cultura Aborigena.


Nel pomeriggio di sabato e a seguire domenica 21 maggio, è attesissimo l’evento formativo “La mia casa non è un albergo”: quattro workshop a ingresso libero su come avviare la propria attività di homesharing, alternati da tavole rotonde sul tema, presentazione di libri, itinerari in case ospitali, mostre e musica live.

 

Nella settimana da lunedì 22 a venerdì 26 maggio, il festival IT.A.CÀ copre la città a macchia di leopardo con un denso elenco di iniziative collaterali e momenti di confronto legati al tema dell’integrazione, dell’innovazione sociale, della mappatura e della promozione culturale partecipata: proiezioni di film e documentari, workshop per studenti, concerti, mostre, performance e seminari, sono solo alcune delle proposte. Per scoprire l’integrazione partendo dalla tavola, anche una piacevole cena migrante, da gustare venerdì 26 maggio alle ore 20.15, presso L’Altro Spazio, in compagnia dello chef turco Semi Hakim che cucinerà con l’aiuto di rifugiati provenienti da vari paesi (evento su prenotazione).


Tra i convegni più attesi, quello di martedì 24 maggio, ore 19.00, presso la Velostazione Dynamo “Bologna destinazione turistica sostenibile” a cura dell’Università di Bologna e quello di giovedì 25 maggio, ore 9.30, presso la Quadreria di ASP Città di Bologna “Sentieri che uniscono - La cooperazione internazionale dialoga con l’economia solidale”. Sempre in loco, il 26 maggio alle ore 9.30, si aprirà il dibattito sulle mappe che negli anni hanno costruito le narrative della città di Bologna. A seguire, alle ore 12.30, si potrà prender parte all’inaugurazione della “Sala delle Mappe” di ASP Città di Bologna.

 

Il fine settimana sarà all’insegna del divertimento responsabile. E quindi via ad esibizioni, racconti in musica e approfondimenti culturali. Ma non è tutto: "Handyamo, si parte!" il 27 e 28 maggio, è una due giorni dove la parola d’ordine è turismo accessibile. Fra i tanti eventi da appuntare sul calendario, domenica ore 12.00, nella sede di via Indipendenza 71è in programma "La Skarrozzata", passeggiata per provare la disabilità con tanti mezzi a disposizione come carrozzine, handbike, biciclette per trasporto disabili, motorini elettrici. A seguire laboratori per adulti e bambini, presentazioni di libri e la suggestiva esibizione di Carlo Maver e Alberto Capelli in un live tra tango e sonorità mediterranee.

 

Seguendo la filosofia dei luoghi luoghi inesplorati e ancora da scoprire e delle antiche bellezze dimenticate sono tanti gli itinerari gratuiti guidati a piedi o a pedali, dentro e fuori porta: Caccia al tesoro digitale stabile nel tempo fra le meraviglie della Val di Zena, escursioni notturne per Casalecchio di Reno, San Luca e Bologna, camminate nel Parco Regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa, passeggiate nella storia, giri in mountain bike a Sasso Marconi, visite guidate nei Grandi Giardini Italiani dell’imolese e molto altro.

 

Scopri il programma di tutte le tappe del Festival in Emilia-Romagna:

 

Bologna 19 › 28 maggio

Ferrara 29 › 31 maggio
Ravenna 4 › 11 giugno
Rimini 20 › 24 settembre
Reggio Emilia 30 sett. › 2 ottobre
Parma 2 › 8 ottobre


Ci siamo. Che il viaggio abbia inizio.

 

Informazioni

 

Festival IT.A.CA'

 

Ultimo aggiornamento 19/05/2017

Azioni sul documento

Temi di interesse

Suggerimenti, proposte e attività
tra fiere, arte, sapori e divertimento.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
per tenerti aggiornato su eventi
e manifestazioni in Emilia-Romagna.

Area operatori

Informazioni per operatori turistici
normative, progetti, studi e statistiche.