Vai ai contenuti | Vai al campo di ricerca | Vai al menù principale

Home Le sagre e feste del cibo in Emilia Romagna. L'enogastronomia in autunno

Le sagre e feste del cibo in Emilia Romagna. L'enogastronomia in autunno

In Emilia Romagna l'autunno fa rima con enogastronomia!

 

La stagione si rinfresca e il clima si presta come atmosfera ideale per vendere e comprare i prodotti della terra o per radunarsi intorno alle pietanze tipiche della tradizione, preparate secondo ricette tramandate nei tempi e i cui ingredienti sono ottenuti grazie alla cura degli abili coltivatori, allevatori e agricoltori delle nostre terre, tanto apprezzate in tutto il mondo come madri gravide di buon cibo e di buon vino.

 

Fra le sagre più celebri di questo periodo si aggiudica un posto la sagra dell’Anguilla. Dove gustarla se non nella “piccola Venezia” emiliano-romagnola chiamata Comacchio? Fra ponti e canali, case colorate, ristorantini tipici e odore di pesce fresco lasciatevi incantare dalla dimostrazione di mestieri antichi come la pesca in valle e la spiedatura all’interno degli storici camini della Manifattura dei Marinati, dalle escursioni in barca nei canali cittadini – dove provare l’esperienza di condurre una ‘batana’, la tipica imbarcazione comacchiese – fino alle lezioni di cucina ed alle degustazioni guidate ai ‘doc delle sabbie’. 14-15 ottobre.

 

 

Tutti i frutti dell'autunno ci delizieranno invece a Bentivoglio (Bo) al Festival del Km Zero - Open Day del Gusto. Qui degustazioni di cibo, esposizioni di prodotti tipici, rievocazioni delle tradizioni contadine e laboratori gastronomici si svolgono nella cornice del Museo della civiltà contadina. Data le recente inaugurazione dell’Atelier Tessile, numerosi gli appuntamenti per scoprire saperi antichi come la filatura, la tessitura, la tintura naturale di filati e tessuti. 22 ottobre.

 

Se puntiamo la bussola verso le delizie del sottosuolo ecco che l'Emilia Romagna ha le idee chiare.

 

Tutte le domeniche di ottobre l'appuntamento è a Sant'Agata Feltria (Rn) con la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato, giunta alla 33° edizione e ospitata in un borgo medievale che non a caso si fregia del marchio "Città del Tartufo". Per le strade cittadine troverete accanto al celebre tubero tutti i prodotti autunnali che questa generosa terra appenninica offre: funghi, castagne, miele, erbe officinali, prodotti della pastorizia e della agricoltura e, inoltre, manufatti dell'artigianato rurale ed artistico. 1, 8, 15, 22, 29 ottobre.

 

La terza e quarta domenica di ottobre anche Dovadola (Fc) rende omaggio al tartufo con la 51° Fiera e Sagra del Tartufo. Le “sfogline” volontarie saranno all’opera per “tirare col matterello” almeno 2.000 uova di tagliatelle, condite poi con oltre 3 quintali di ragù di carne e con l’aggiunta, ovviamente, del tartufo. Ma non solo: polenta, crostini, uova, panzerotti al tartufo e poi piadina alla lastra con affettati, salsiccia, carni al girarrosto, piadina fritta, patate fritte e vini romagnoli regaleranno un'esplosione di profumi e sapori. 15 e 22 ottobre.

 

Gli esemplari più belli di funghi e tartufi saranno premiati a Pecorara, nel piacentino, durante la Rassegna Provinciale del Tartufo e dei prodotti del sottobosco. Sarà anche l'occasione per assistere alle premiazioni delle gare di cani da tartufo, così come ai tradizionali balli folk. Durante il Pecorara TartuFOUR quattro personaggi si sfidano per decretare il miglior street food a base di tartufo. Ma se volete gustarvi un intero menù con tutta calma ecco che le proposte a tema nei ristoranti del paese vi lasceranno più che soddisfatti. 15 ottobre.

 

A Casola Valsenio (Ra) la Festa dei frutti dimenticati e del marrone vi porta alla riscoperta degli antichi sapori dimenticati, ai prodotti d`autunno e a quei frutti di cui nel tempo si è perso l`uso. Il programma prevede concorsi sulla confettura di marmellata più gustosa e sui dolci a base di marrone, uno sulla bancarella più bella e uno fotografico.
Un fornito punto ristoro e chef stellati offrono specialità autunnali e i ristoratori propongono per tutto l'autunno la "Cucina ai frutti dimenticati", piatti a base di queste delizie. Non mancherà l’esposizione e la vendita di piante da frutto di un tempo, destinate ad abbellire parchi e giardini. L’Arboreto dei frutti dimenticati del Giardino delle Erbe “A. Rinaldi Ceroni” offre la conoscenza culturale e materiale di circa 400 piante officinali. 7-8, 14-15 ottobre.

 

 

Le castagne saranno protagoniste anche a Montefiore Conca (Rn). Per l'edizione numero 53, castagne cotte e crude e caldarroste fumanti regneranno sui banchi del centro storico. Al mercato dei prodotti agro-alimentari troverete poi il meglio che questo territorio ha da offrire, senza dimenticare musica, spettacoli, punti ristoro e visite guidate. 1, 8, 15, 22, 29 ottobre.

 

Di castagna in castagna il percorso ci porta fino all'Appennino modenese, fra le cime di Montecreto. Alla festa della castagna saranno tanti e diversi i "Sapori della castagna" da gustare ai punti ristoro, e non mancheranno le specialità tipiche e locali, animazioni e curiosità per tutto il weekend. 28-29 ottobre.

 

Fino all'ultima domenica di ottobre anche Castel del Rio (Bo) ci assicura marroni e castagne di tutte le fattezze alla Sagra del marrone. Qui gusterete le migliori specialità a base di questo frutto autunnale come il castagnaccio, la polenta di farina di castagne, i bruciati, i capaltaz, frittelle e tartufi di marroni, marroni ai liquori, marmellate e dolci vari a base di marroni o di farina di castagne. 15, 22, 29 ottobre.

 


 

Cambiamo gusto e pietanza e ci dirigiamo quindi ad Albinea (Re), dove la Festa d'autunno rende onore ai Ciccioli Balsamici. L'appuntamento più atteso è proprio "Il Palio del Cicciolo" giunto alla XI edizione dove gareggeranno oltre 30 norcini della provincia nella produzione di questo antico prodotto tipicamente emiliano. Ma lo spazio e le ricette non mancano e qui troverete anche frutti autunnali e prodotti tipici come le castagne, i funghi, i dolci tradizionali, ma anche gnocco fritto ed erbazzone, ciambella e vin brulè, saba, cappelletti e sugo d’uva. Oltre al mercatino degli artisti e agli spettacoli folkloristici potrete prender parte a dimostrazioni didattiche di antica tradizione.

 

Che autunno sarebbe se non ci venisse voglia anche di un po' di cioccolato? Laboratori, sculture, combinazioni originali e tutto il meglio che il cioccolato può regalare non solo al palato ma anche agli occhi, sarà al Cioccoshow di Bologna il 17-19 novembre.

 

Prosegui il viaggio a tavola con l'Emilia Romagna

 

Ultimo aggiornamento 12/10/2017

Azioni sul documento

Temi di interesse

Suggerimenti, proposte e attività
tra fiere, arte, sapori e divertimento.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
per tenerti aggiornato su eventi
e manifestazioni in Emilia-Romagna.

Area operatori

Informazioni per operatori turistici
normative, progetti, studi e statistiche.