Vai ai contenuti | Vai al campo di ricerca | Vai al menù principale

Home Rievocazioni storiche in Emilia-Romagna. Maggio 2015

Rievocazioni storiche in Emilia-Romagna. Maggio 2015

Vivere i fasti dell’epoca rinascimentale, indossare costumi medievali, assistere a battaglie all’ultimo sangue e a tornei fra cavalieri, prender parte a cortei, svolgere i mestieri tradizionali, gustare abbondanti banchetti e libagioni, sollazzarsi fra menestrelli, mangiafuoco, sbandieratori, musici e danzatori. L’atmosfera e la vita di un tempo diventano presente alle feste e palii in costume che, in tutta l’Emilia Romagna, ripercorrono antiche glorie e vicende che hanno segnato la storia di molti territori.

 

Tra le rievocazioni di antica tradizione si distingue quella della città di Ferrara dove si corre il Palio più antico del mondo, un’occasione per fare festa e ricordare il Rinascimento, un tempo in cui la città poteva dirsi una capitale. Per tutto il mese, festeggiamenti, il magnifico corteo in costume rinascimentale con oltre 1000 figuranti, spettacoli drammatizzati, sbandieratori e musici accompagneranno i visitatori fino alla spettacolare corsa dei cavalli nella Piazza Ariostea, il 31 maggio, una esaltante gara per aggiudicarsi il drappo di San Giorgio, patrono della città.

 

Nella pianura bolognese, San Giorgio di Piano apre “Una Finestra sul Medioevo” dall’8 al 10 maggio, per celebrare i 900 anni dalla morte della "Grancontessa" Matilde di Canossa, una delle figure più importanti e interessanti del Medioevo italiano. All’accampamento militare vengono riprodotti gli antichi mestieri e si tengono lezioni di falconeria e spettacoli di volo libero dei rapaci. Figuranti in costume percorrono le strade del centro dove si svolgeranno anche duelli Cortesi ed esibizioni di sbandieratori.

 

Anche il Castello dei Ronchi di Crevalcore, sempre in provincia di Bologna, fa “Quattro passi nel Medioevo” il 9 e 10 maggio. Torniamo all’anno 1390, alla battaglia che vide Crevalcore teatro di importanti fatti d'arme, con lo scontro tra l'esercito del duca Alberico da Barbiano, comandante delle truppe bolognesi, e l'esercito visconteo. Re-enactors e gruppi d'arme da tutta Italia regalano ai visitatori momenti di vita quotidiana nell'accampamento così come combattimenti e tiro con l'arco. Non mancano intrattenimenti musicali e teatrali, incontri didattici su armi e artigianato e un fornito punto ristoro medievale.

 

Il prossimo fine settimana, dal 15 al 17 maggio, il paese di Quattro Castella, nel reggiano,  ripresenta le tradizionali Feste Medievali Rievocandum ormai giunte alla 23° edizione. La ricostruzione di villaggi medievali con accampamenti di vita quotidiana rinascimentale e medievale, più di 200 tende storiche, 1900 comparse tra figuranti, soldati, armaioli, mercanti, sbandieratori, musici e il primo gruppo europeo di musica medieval metal per importanza: i Corvus Corax direttamente da Berlino, sono i caratteri salienti della festa. Per tre giornate rivive inoltre il mercato storico con artigiani che riprendono gli antichi mestieri medievali come il fabbro, mugnaio, ceramista, falegname, speziale, con più di 80 bancarelle storiche fedelmente ricostruite come all'epoca.

 

A Lugo, nel ravennate, dal 9 al 17 maggio la storia ci fa rivivere il “Palio della Contesa Estense”. Un’intera settimana di fasti, giochi, processioni, spettacoli in onore del Duca Borso d'Este che nel 1471, recandosi a Roma per ricevere da Papa Paolo II il titolo di Duca di Ferrara, pernottò nel Castello di Lugo insieme al suo imponente corteo, portando giorni di grande festa per la Città che allora godeva di benessere e pace.

 

Due giorni intensi tra squilli di trombe e favolosi abiti d’epoca si vivranno nel suggestivo Parco di Rocca delle Caminate a Meldola (FC), il 16 e 17 maggio. Il torneo di “Otto Castelli per un Palio” è ispirato alle lotte tra le famiglie Belmonti, Ordelaffi, Malatesta e altre delle colline romagnole, che tra il 1200 e il 1400 si contesero la roccaforte distruggendola e riedificandola varie volte. La contesa viene disputata da otto cavalieri che portano i colori e gli emblemi storici dei castelli rappresentanti e che si sfideranno nella temibile giostra dell’Almoravide.

Secolare è la rievocazione dello Sposalizio del Mare in programma a Cervia dal 16 al 17 maggio. Il rito risale a una leggenda che si perde nella notte dei tempi, giungendo quest’anno alla sua 571° edizione. Il voto fatto dal Vescovo di Cervia Pietro Barbo, che sorpreso da una terribile tempesta in mare gettò il suo anello alle acque riuscendo così a placarle, da allora è sempre stato celebrato nella località marinara dal 1445 con cerimonie e festeggiamenti.

 

Con la Sagra della Badessa che si tiene dal 22 al 24 maggio, cavalieri e dame in Sagra della Badessacorteo ricordano a Ozzano dell'Emilia (Bo) la leggenda dell'amore tra Lucia, badessa del monastero camaldolese di Stifonti (Settefonti), e il cavaliere Rolando. La rievocazione degli eventi che coinvolsero i due innamorati riporta Ozzano al 1100. Giunta quest'anno alla 30° edizione, la sagra ha come scenografia il grande corteo in costume che si snoda per le vie del centro, con esibizioni di arcieri e sbandieratori. Non mancano spettacoli di intrattenimento fino a sera, giochi medievali, come il Palio dell'Oca, e il mercatino medievale.

 

Il 30 e il 31 maggio, il borgo medievale di Grazzano Visconti, nel piacentino, si addobba a Corteo storicofesta in occasione della rievocazione storica del matrimonio di Valentina Visconti che culmina nel magnifico Corteo Storico. Il conte Giovanni Anguissola riceverà la visita della bella Valentina signora D’Asti in viaggio verso la Francia per incontrare il suo futuro sposo, il Duca d’Orléans. Domenica, Valentina con il suo seguito guiderà il corteo dei nobili piacentini, provenienti da tutto il territorio. Le piazze del borgo saranno animate da mercanti, spettacoli di saltimbanchi, cantastorie e musici.

 

Ogni anno Quattro Castella (Re) rievoca un importante episodio della storia d'Europa, che ebbe luogo a Bianello tra il 6 e il 10 maggio dell'anno 1111 quando l'Imperatore Enrico V si recò a Bianello per incoronare la Gran Contessa Matilde vice regina vicaria d'Italia. La festa si svolge tradizionalmete l'ultimo fine settimana di maggio, (30 e 31), prende il nome dal grande Corteo storico matildico. Presenta tradizionalmente diversi spettacoli medievali e vede la partecipazione di più di 1000 comparse nei tradizionali costumi, che si danno appuntamento ai piedi del castello di Bianello, per dar vita alla spettacolare ed emozionante rievocazione.

 

Per l'ultimo appuntamento del mese con le rievocazioni storiche, si assisterà ad un vero e proprio assedio al Castello, quello di Torrechiara, nel parmense, dove dal 31 maggio al 2 giugno sono riproposte le vicende dell'evento storico accaduto nel lontano 1313. Fulcro della manifestazione è rappresentato dal grande accampamento allestito ai piedi della rocca dove i guerrieri racconteranno le loro imprese alla luce del fuoco in attesa della battaglia finale.

 

Le prossime rievocazioni storiche in Emilia-Romagna

Ultimo aggiornamento 09/08/2019

Azioni sul documento

Temi di interesse

Suggerimenti, proposte e attività
tra fiere, arte, sapori e divertimento.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
per tenerti aggiornato su eventi
e manifestazioni in Emilia-Romagna.

Area operatori

Informazioni per operatori turistici
normative, progetti, studi e statistiche.