Vai ai contenuti | Vai al campo di ricerca | Vai al menù principale

Home Terme Come curare i disturbi respiratori dei bimbi con le acque termali

Come curare i disturbi respiratori dei bimbi con le acque termali

Faringiti, tonsilliti, laringiti, otiti, bronchiti anche asmatiformi sono tra i disturbi più diffusi in età pediatrica. Essi riguardano sia le vie aeree superiori che quelle inferiori, e nella maggior parte dei casi sono legati ad infezioni recidivanti o a problemi di natura allergica.

 

Bambini alle termeLe infezioni, che si verificano soprattutto durante la stagione fredda, sono generalmente di origine virale, meno frequentemente sono causate da batteri.

 

Altre cause sono dovute a fattori diversi come un calibro ridotto delle vie aeree, che favorisce il ristagno di secrezioni e facilita l’attecchimento di germi; l’incapacità di soffiarsi il naso; un riflesso tussigeno poco valido che limita l’espettorazione del muco.

Ma possono intervenire anche fattori ambientali sfavorevoli dal punto di vista climatico o per concentrazione di inquinanti. Molto importante è anche evitare l’esposizione al fumo passivo, causa di una maggiore frequenza di infezioni e allergie respiratorie nel bambino. Per quanto riguarda le forme allergiche, quelle più frequenti sono rappresentate dalla rinite allergica e dall’asma bronchiale. Quest’ultima, caratterizzata da tosse e respiro sibilante, è un disturbo che colpisce il 10-15% dei bambini nei primi 5 anni di vita e tende a ridursi in età scolare.

 

Quando ricorrere alle cure termali? La cura termale non è indicata in fase acuta, ma se i disturbi persistono, si ripresentano o si cronicizzano, le acque termali diventano importanti in diverse affezioni.

 

Le acque maggiormente utilizzate per le cure inalatorie nelle loro varie forme - inalazioni, aerosol-humage, polverizzazioni, nebulizzazioni, docce e irrigazioni nasali, insufflazioni - sono quelle sulfuree e salsobromoiodiche; nella maggioranza dei casi esse apportano grande giovamento che in alcuni casi può arrivare alla completa guarigione.

 

Nella fastidiosa otite media secretiva, molto frequente in età scolare, sono efficaci le insufflazioni endotimpaniche, spesso praticate per via indiretta (politzer). Questi trattamenti sono effettuati esclusivamente con il gas (idrogeno solforato) contenuto nelle acque sulfuree che agisce rimuovendo le cause del disturbo e ristabilendo la funzionalità uditiva del bambino.

 

Le acque termali sulfuree e salsobromoiodiche, grazie alla loro ricca e complessa mineralizzazione, esplicano una naturale azione antinfiammatoria e antibatterica locale e generale. Stimolano inoltre i processi riparativi dei tessuti e aumentano le difese dell’organismo.

 

Tra i diversi studi condotti, uno recentissimo (2009), evidenzia una riduzione delle infezioni recidivanti respiratorie infantili dopo il trattamento con acqua sulfurea. Altri importanti studi epidemiologici evidenziano inoltre che, dopo un trattamento termale inalatorio, il consumo di farmaci si riduce drasticamente, come pure il numero di giornate perse a scuola.

 

Anche nei disturbi di origine allergica si ottengono buoni risultati, ma in tal caso occorrono maggiori accorgimenti che riguardano sia le tecniche inalatorie da utilizzare, sia i tempi di effettuazione del ciclo termale che deve precedere il periodo di riacutizzazione.

 

Riguardo all’età, anche se non è tassativo, è preferibile sottoporre a terapia inalatoria termale i bimbi con età superiore ai 24 mesi, in quanto sia la tollerabilità alla cura che la collaborazione sono più soddisfacenti.

 

Le cure termali sono in convenzione col SSN (2 cure al dì per 12 gg). Devono essere prescritte dal proprio medico di famiglia o dal pediatra di base, indicando una diagnosi compatibile con il ciclo di cure stesso.

 

Estratto dell’articolo apparso su Emilia Romagna Terme

A cura del Dott. Flavio Strinati
Specialista in Pneumologia e Fisioterapia

Ultimo aggiornamento 16/08/2013

Azioni sul documento

Temi di interesse

Suggerimenti, proposte e attività
tra fiere, arte, sapori e divertimento.

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter
per tenerti aggiornato su eventi
e manifestazioni in Emilia-Romagna.