Lizzano in Belvedere

Logo CC

Lizzano in Belvedere è situata al confine con le province di Modena e Pistoia, all’estremo lembo dell’Appennino bolognese. Sul suo territorio svetta l’alta cima del Corno alle Scale (1945 mt) rinomata stazione sciistica.


Perché visitarla

Inserita all’interno del Parco regionale del Corno alle Scale, la località si presenta come una piccola oasi montana, capace di coniugare in maniera perfetta ambiente e tradizioni con le esigenze del turismo moderno.

Relax, divertimento, benessere e sport si intrecciano in un mix di emozioni e di possibilità capaci di offrire al turista una vacanza a misura d’uomo. 
Percorrere le vallate in mountain bike, a piedi, o trascorrere qualche ora nella pace di un rifugio sono le opportunità che questi luoghi offrono, per ritrovare l’equilibrio del corpo e della mente.


Quando andarci e cosa vedere

In inverno sul Corno alle Scale si può sciare sulle piste intitolate ad Alberto Tomba, dove il campione bolognese torna spesso. 

Sono anche disponibili tracciati per lo sci alpinismo e un moderno snow park, dove cimentarsi in acrobatiche evoluzioni sulla tavola da neve.

In primavera il territorio si trasforma in una palestra all’aria aperta dove praticare trekking, mountain bike, gettarsi con il parapendio, tirare con l’arco o cimentarsi negli sport più classici quali tennis, calcio, basket, volley e nuoto.

Durante tutto l’anno, è possibile concedersi un momento di relax interrompendo il ritmo quotidiano per una pausa a contatto con la natura o nel caldo tepore di un rifugio, assaporando i tanti prodotti tipici locali e visitando i monumenti storici. 


Da non perdere

Il Lago Scaffaiolo (km. 19), dove si può godere di uno splendido panorama che si apre sugli Appennini e sulle Alpi Apuane.

Le cinque cascate del Dardagna (km. 12).

L’antica chiesa circolare di Lizzano, edificio conosciuto come Rotonda o Delubro, una costruzione protoromanica edificata in epoca longobarda.


Sulla tavola

A tavola si trovano tutti i piatti tipici della tradizione bolognese (tortellini, tortelloni, lasagne, ecc.) e modenese (borlenghi, zampanelle e tigelle).

Il Parmigiano Reggiano DOP è acquistabile direttamente presso il caseificio sociale di Querciola (Km. 6). 

Per i più curiosi, da non perdere una tappa all’allevamento del pesce “salmerino”, dichiarato presidio Slow Food.

 


Per divertirsi

Sulla vetta del Monte Pizzo si trova il Parco Avventura “Montepizzo” (km. 8), il primo in Europa completamente senza barriere mentre a Vidiciatico c'è la bella piscina "Conca del Sole" (km. 4), con scivolo di 50 metri, gayser, gonfiabili e beach volley.


Per tenersi in forma

Tante sono le idee per praticare attività sportiva all’aperto: i laghetti di pesca sportiva, le passeggiate a cavallo, la rampa di decollo per parapendio di Monte Pizzo (km.8), il campo di tiro con l’arco di Budiara (Km. 8) e le tantissime escursioni.


Appuntamenti di rilievo

A novembre si svolge “Enzo Biagi, il mestiere del giornalismo”, festival nazionale del giornalismo dedicato al grande giornalista originario di Pianaccio.


Nei dintorni

Monte Acuto delle Alpi (km. 8), arroccato su un minuscolo cocuzzolo, offre al visitatore il piacere di un viaggio all'indietro nel tempo e il panorama stupendo che si gode dall'alto delle sue mura.

Da vedere, la chiesa di San Nicolò, databile attorno al XVII secolo, ma di origini più antiche. Al suo interno la pala d'altare dipinta da Pietro Faccini, allievo dei Carracci, rappresentante la "Trinità con i Santi Nicolò, Giacomo e Lorenzo", e un crocifisso ligneo attribuito ad Andrea Brustoloni, famoso intagliatore veneto del XVIII secolo.

Vidiciatico, posto lungo la strada per il Corno alle Scale, è un rinomato centro attrezzato per il turismo estivo e invernale. Da vedere, il caratteristico borgo antico con i quattro voltoni d'accesso, l'abside della vecchia chiesa e l'adiacente campanile che formano un angolo caratteristico nella piazzetta del paese. E l’oratorio di San Rocco, costruito nel 1631 e dedicato ai Santi Rocco e Sebastiano, ai quali fu attribuita la cessazione della peste del 1630. 

Poggiolforato (km. 8) ospita il museo etnografico dedicato ai mestieri e alla cultura montanara 

I Santuari Mariani di Madonna dell’Acero (14 km) e Madonna del Faggio (20 km), costruiti per ricordare diverse apparizioni della Vergine. 

 

Il Centro visite del Parco del Corno alle Scale di Pianaccio (km. 5).

 

Ultimo aggiornamento 31/07/2020

Uffici informazioni

Ufficio Informazioni Turistiche di Lizzano in Belvedere
Via Guglielmo Marconi 6 Vidiciatico (Lizzano in Belvedere)
telephone: + 39 0534 51052 email

Potrebbe interessarti...

SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2019 - 2020 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio