Il Corno alle Scale in mountain bike

Itinerari in MTB di varia difficoltà e percorsi per persone con disabilità

Logo CC

A due ore di auto da Bologna si trova un vero paradiso per gli appassionati di mountain bike.
Il massiccio appenninico del Corno alle Scale (1.945 metri di quota), meta sciistica piuttosto conosciuta, è il luogo ideale anche per le due ruote grazie a una rete di sentieri percorribili in tutte le stagioni, che regalano magnifici scorci naturali.

I 10 percorsi presentano diversi gradi di difficoltà: quello che porta a Monte Pizzo è il più semplice, adatto anche ai più piccoli. Lungo questo anello di 3 km si può godere appieno del paesaggio, un rigoglioso sottobosco e la vallata del Silla.

Sull’Alto crinale bisogna invece mettere in campo le proprie capacità tecniche. Questo è il percorso di massima difficoltà, e risulta piuttosto impegnativo soprattutto nel primo tratto, che costringe spesso a scendere dalla bici. Fra vari tratti di strada sterrata si giunge alla conclusione del sentiero, che diventa qui molto complesso anche a causa della pendenza del terreno che lo costeggia. I paesaggi incantevoli ripagano però della fatica fatta.

Esistono poi altre modalità per esplorare il Corno alle Scale in mountain bike, ad esempio noleggiando una bici elettrica con pedalata assistita, oppure approfittando del servizio navetta che dopo la discesa dai crinali riporta all’inizio dei percorsi.

La Fondazione per lo Sport Silvia Rinaldi Onlus in collaborazione con TrackGuru ha inoltre mappato e reso un importante servizio informativo per le persone con disabilità che intendono percorrere in mountain tandem, handbike o e-handbike i sentieri del Corno alle Scale. Il risultato di questo processo sono i percorsi con ausili, una serie di itinerari che coprono un’area di 400 km quadrati compresa fra Bologna, Modena e Pistoia, per uno sport sempre più inclusivo.

Info

Ultimo aggiornamento 18/02/2020