Stazione sciistica Fiumalbo

Al centro del comprensorio naturale dell’Appennino Modenese, un piccolo borgo ricco di charme dove divertirsi sulla neve

Logo CC

In una terra segnata da fresche acque torrentizie e paesaggi incontaminati, il pittoresco paese di Fiumalbo, uno dei più bei borghi d’Italia nonché Bandiera Arancione del Touring Club Italiano dal 2001, domina un’ampia valle soleggiata.

Il confine con la regione Toscana non è molto lontano: a soli 10 km si trova infatti il passo dell’Abetone e da tutta l’area si dipartono numerosi sentieri che raggiungono la vicina vetta del Cimone e i successivi crinali appenninici.

Posta al centro del comprensorio naturale dell’Appennino Modenese, in questa piccola località durante il periodo invernale si possono fare passeggiate nella natura selvaggia, percorsi di sci-alpinismo, trekking con racchette da neve, free-ride e mountain bike sulla neve.

Nel mese di dicembre inaugura solitamente la stagione sciistica che offre numerose possibilità in un clima decisamente accogliente, ma soprattutto alternativo rispetto ai comuni siti turistici.

Il comprensorio è dotato di un campo scuola con annesso tapis-roulant per la risalita, due piste tubing per discese mozzafiato, un'area giochi per bambini, un tracciato da fondo lungo 1,5 km, un itinerario predisposto per le escursioni con le ciaspole e tanti fuoripista capaci di regalare tante emozioni.

All’inizio delle piste, attività ben attrezzate forniscono a noleggio tutta la struttura necessaria per divertirsi sulla neve. A 1.400 metri di quota, invece, è possibile gustare ottimi piatti della cucina locale e pernottare all’interno del suggestivo rifugio Capanna dei Celti.

D’estate, quando la neve si scioglie, ampi prati verdeggianti si estendono incontrastati, dando ufficialmente il via alla stagione dei trekking. Sentieri di diversa difficoltà si diramano su tutta l’area, partendo da fondovalle e terminando sulle vette del Modino, del Libro Aperto, oltre che del Cimone e del Lagoni. Un modo per godere delle bellezze della montagna e al contempo sfuggire alla canicola delle pianure sottostanti.

Info

Ultimo aggiornamento 14/07/2020
SITO UFFICIALE DI INFORMAZIONE TURISTICA © 2019 - 2020 Regione Emilia-Romagna Assessorato Turismo e Commercio