Arte & Cultura

Tanti tesori, tutti da scoprire

Logo CC

In Emilia Romagna ogni città è un incontro tra arte e cultura. Da Piacenza fino a Rimini queste magnifiche località si snodano come fossero perle di una lunga collana sul filo dell’antica via Emilia, cuore pulsante di questa regione.

In questa terra unica al mondo si ritrova la tipica “atmosfera” italiana capace di coniugare con semplicità bellezze artistiche e culturali.

Ferrara, Modena e Ravenna sono le tre città d’arte che conservano siti dichiarati Patrimonio UNESCO, testimoni universali di questo territorio e destinazioni da aggiungere al lungo elenco di proposte culturali che la nostra Penisola sa offrire ai suoi turisti.

In ogni angolo dell’Emilia Romagna si respira la parola cultura che spesso parla di archeologia: dagli antichi reperti etruschi delle città come Bologna, Marzabotto e Spina, fino al grande patrimonio materiale lasciato dalla dominazione romana.

Lo splendore dell’arte bizantina, l’eredità romanica, il Rinascimento dei Ducati e delle Signorie, e ancora il Manierismo e il Barocco fino alla fine dell’Ottocento hanno saputo regalare a questa terra capolavori assoluti nel campo dell’arte, della pittura, dell’architettura e della scultura.

Si ritrovano così realtà uniche al mondo che custodiscono tesori come il Mausoleo di Galla Placidia a Ravenna, i centri storici di Bologna e Ferrara, il cuore romano di Rimini, la rete di castelli del Ducato Parmense e Piacentino, o di quella dei Conti Malatesta tra Rimini e Cesena.

Senza poi non contare le collezioni conservate in alcuni dei musei come la Pinacoteca di Bologna o i tanti centri dedicati all’arte contemporanea, come il Mambo o la Fondazione Magnani Rocca, dove scoprire le avanguardie artistiche più innovative e moderne.

Ma respirete arte e cultura anche nei tanti piccoli borghi che costellano l'entroterra, lungo i percorsi dedicati al maestro Verdi o al cineturismo e curiosando tra le tante tipologie di artigianato tipico.

Ultimo aggiornamento 16/01/2020

Città d’Arte

Il patrimonio UNESCO in Emilia Romagna

Artigianato